Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



I proverbi della regione Lombardia
Trovati 1259 - Visualizzati 10 (da 321 a 330)
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89  90  91  92  93  94  95  96  97  98  99  100  101  102  103  104  105  106  107  108  109  110  111  112  113  114  115  116  117  118  119  120  121  122  123  124  125  126 

Ricerche avanzate

Tant ciapa, tanto maia.
Tanto prende tanto spende. Lo si dice riferendosi a una persona spendacciona.
Lombardia


Ontà 'l cadenàs (Bergamo).
Ungere il catenaccio. Cercare di corrompere qualcuno, per ottenere dei vantaggi personali.
Lombardia


Pan e pagn ai nu fa mai dagn (proverbio valtellinese).
Pane e vestiti non fanno mai danno. Non sono mai troppi.
Lombardia


L'è pelàt cume 'n ulscelìn (Valtellina).
E' calvo come un uccellino appena nato. Pelàa o pelàt nei dialetti lombardi significa "calvo". Di solito, qualche giorno dopo la nascita, gli uccellini hanno "el pel pagàn" come si dice in Alta Lombardia.
Lombardia


El can scutat al bufa sul suràt (proverbio di Montagna in Valtellina/SO).
I cane che is è scottato soffia su quello che è gia raffreddato. Chi ha avuto un'esperienza negativa, sta attento a non cadere di nuovo anche in una meno traumatica.
Lombardia


S'à da cret metà da quel che se vett e gnent de quell che sent (detto valtellinese).
Si deve credere metà di quello che si vede e niente di quello che si sente.
Lombardia


La fam la cascia foeu 'l luff foeu da la truna (detto valtellinese).
La fame caccia il lupo dalla tana. I lupi presenti in Alta Lombardia al pari degli orsi fino agli ultimi decenni dell'Ottocento,potevano essere pericolosi specialmente in inverno, quando si muovevano in branchi aggirandosi anche nei centri abitati. Talvolta attaccavano anche l'uomo.
Lombardia


La fam la cascia foeu 'l luff foeu da la truna (detto valtellinese).
La fame caccia il lupo dalla tana. I lupi presenti in Alta Lombardia al pari degli orsi fino agli ultimi decenni dell'Ottocento.Potevano essere pericolosi specialmente in inverno, quando si muovevano in branchi aggirandosi anche nei centri abitati. Talvolta attaccavano anche l'uomo.
Lombardia


Chi nu raséga nu fa ass (detto di Montagna di Valtellina).
Chi non sega non fa assi. Chi non lavora non produce.
Lombardia


L'è mei rump scarpa che lenzoeu (detto valtellinese).
E' meglio rompere scarpe che lenzuola. Nel caso contrario significa che si è ammalati.
Lombardia


PRECEDENTI PROSSIMI

dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti