Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



I proverbi della regione Campania
Trovati 1192 - Visualizzati 10 (da 501 a 510)
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89  90  91  92  93  94  95  96  97  98  99  100  101  102  103  104  105  106  107  108  109  110  111  112  113  114  115  116  117  118  119  120 

Ricerche avanzate

'Nu pazzo è chi cuntrasta cu 'e stelle.
E' pazzo chi vuol combattere con il Cielo. Id est: è da folli opporsi alla volontà di Dio, o semplicemente tentare di contrastarla; il finito non può contrastare l'Infinito.
Campania


Chi tène arte tène parte.
Chi ha un mestiere ha una posizione; id est: chi conosce ed è ben pratico di un mestiere ha di che vivere e non avrà mai preoccupazioni finanziarie.
Campania


Chi piscia contra viento se 'nfonne!
Chi minge contro vento si bagna. Becero, ma icastico proverbio che consiglia a non porsi mai controvento se non si vuol restare isolati e/o danneggiati.
Campania


Chi nun è bbuono p''o Rre nun è bbuono manco p''a riggina. (correttamente in napoletano riggina va scritto con la doppia G.)
Chi non è buono per il re non è buono neppure per la regina Id est: chi è scartato alla visita di leva spesso è inabile anche per le battaglie amorose.
Campania


Chi à fatto 'o peccato, pavasse 'a penitenza.
Chi ha commesso un peccato che paghi la penitenza. Id est: chi ha sbagliato si convinca che dovrà sottostare ad una punizione.
Campania


Chi nasce ‘ncopp’â paglia va a murí dint’ ô Serraglio.
Chi nasce sulla paglia, va a morire nel Serraglio. Id est: chi nasce povero, muore povero; il povero non può migliorare la propria vita. Il Serraglio è il nome popolare che i napoletani diedero all’Albergo dei Poveri, vastissima costruzione sita a Napoli in piazza Carlo III, eretta, su progetto dell’architetto Ferdinando Fuga, per volontà di Carlo III Borbone, con l’intento di ospitarvi tutti i poveri del Regno.
Campania


Chi dètte, se futtette.
Chi fu prodigo di liberalità si rovinò con le sue mani.
Campania


Ll'ammore è comme a 'na nucella: si nun 'a rumpe nun t''a può magnà.
L'amore è come una nocciola; se non la rompi non puoi mangiarla. Id est: l'amore può esser condotto fino in fondo solo dopo la deflorazione.
Campania


Nun saccio qua' sant'era, che nomme teneva e qua' miraculo facette.
Non so quale santo era, che nome aveva e quale miracolo fece. Id est: Non so niente di niente, né voglio saperlo; tenetemi fuori da queste faccende. Proverbio-emblema della più vieta omertà.
Campania


'O cuoncio acconcia.
Il condimento aggiusta; Id est: tutto ciò che di per se non è molto saporito viene migliorato da un buon condimento; per traslato: anche una donna brutta, se adeguatamente imbellettata e preparata può risultare piacente.
Campania


PRECEDENTI PROSSIMI

dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti