Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



I proverbi della regione Campania
Trovati 1192 - Visualizzati 10 (da 101 a 110)
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89  90  91  92  93  94  95  96  97  98  99  100  101  102  103  104  105  106  107  108  109  110  111  112  113  114  115  116  117  118  119  120 

Ricerche avanzate

Ppe mmari no 'nce stano taverne.
Nel mare non ci sono taverne: cioè ricover. Un invito alla prudenza prima di avventurarsi in situazioni incerte
Campania


Quanno chiove cco lo sole se mmarita la vorpe
Quando piove con il sole si sposa la volpe: per marcare un evento raro.
Campania


Ropp'arrobbato, le pporte re fierro
Dopo il furto, le porte di ferro: detto dei rimedi tardivi.
Campania


'A collera è petrosa: trase 'ncuorpo e fa pertose!
Ad litteram: Il dispiacere è (come) un sasso: entra nel corpo (animo) e fa buchi (fa danni). Ricorderò che in napoletano la voce collera non sta - come invece in italiano - per sentimento di sdegno, spesso improvviso, che si manifesta con parole o atti violenti; ira, ma vale ( con etimo dal lat. cholera(m))dispiacere, noia , fastidio quel dispiacere che si ritiene produca più danno di offese e/o percosse.
Campania


'O peggio passo è cchillo d''a porta!
Ad litteram: Il peggior passo è quello della porta. Id est: il momento peggiore (della vita) è quello quando si deve affrontare un distacco definitivo: da un amore, dal lavoro, dalla famiglia, dalla vita etc.
Campania


A casa re sonaturi non se portano serenate.
A casa di suonatori non si portano serenate. Detto a chi fa l'esperto con chi lo è più di lui.
Campania


La hatta re zia Maria, no poco chiange e no poco rere.
La gatta di zia Maria, un poco piange e un poco ride: detto di persona di umore mutevole.
Campania


La chiave a cinto e lo monaco into.
La chiave appesa alla cintura ed il monaco (già) dentro: si dice(va) dei rimedi tardivi.
Campania


Quanno lo riavolo t'alliscia, vole l'anima.
Quando il diavolo ti accarezza, vuole l'anima.
Campania


Sciummo muto, scava 'e ponte.
Ad litteram: il fiume muto corrode i ponti. Id est: bisogna temere anche chi non fa esternazioni rumorose, perché lavorando in silenzio e sotto traccia, alla fine produce danni anche grossi. sciummo = fiume (dal lat. flumen con tipico passaggio del gruppo lat. FL al nap. SCI, come alibi: FLOS>SCIORE= FIORE
Campania


PRECEDENTI PROSSIMI

dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti