Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



I proverbi della regione Sicilia
Trovati 635 - Visualizzati 10 (da 441 a 450)
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64 

Ricerche avanzate

Haju 'na cosa, ch'è quantu 'n aneddu ma chi sdirrubba Palazzi e casteddi. (è puru miniminagghia: a ucca)
Ho una cosa che è quanto un'anello ma che fa cadere Palazzi e castelli. (è pure indovinello: la bocca)
Sicilia


Cìè na cosa cca u viddanu jetta,e 'u jalantomu sarva 'nta sacchetta. (è puru miniminagghia: u nasu e u muccaturi)
C'è una cosa che il contadino getta, e il galantuomo conserva nella tasca. (Risposta: il naso e il fazzoletto per soffiarlo)
Sicilia


Aurticcia ritta, malu minnitta; auriccia manca, cunta e stanca
Orecchio destro, il male fa vendetta; orecchio sinistro, puoi raccontare e non stancarti.
Sicilia


Se hai l'auricci longhi campi assai, se 'hai 'nighi campi picca.
Se hai le orecchie lunghe (sta per grandi) vivi molto, se li hai piccole vivi poco.
Sicilia


Se frisca l'auriccia ritta, onnia mmaliritta; se frisca chidda manca, parra beni e stanca.
Se fischia l'orecchio destro è indubbio che qualcuno sparli di te; se fischia il sinistro, non si stancano di parlare bene.
Sicilia


La rugna è gentili, cu' un l'avutu, l'havi ad aviri
La rogna è gentile, chi non l'ha avuta dovrà averla.
Sicilia


Panza china unchia e sciala u vistitu no.
La pancia piena ingrassa e si diverte, il vestito no.
Sicilia


Cu si stringiu, u pittu pirdiu
Chi mangia poco perde il desiderio di mangiare.
Sicilia


Quannu 'a sira canta la iaddina mori lu patruni o la vicina
Quando a sera canta la gallina muore il padrone o colei che abita vicino.
Sicilia


Ogni mali, voli miricini uguali.
Ogni male o malattia vuole medicine adatte al medesimo male o malattia.
Sicilia


PRECEDENTI PROSSIMI

dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti