Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



I proverbi della regione Marche
Trovati 634 - Visualizzati 10 (da 311 a 320)
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64 

Ricerche avanzate

De 'ste chiacchiere, 'sti canti, e 'sti soni, ci simo rutti li coglioni!
Di queste chiacchiere, di questi canti e di questi suoni, ci siamo rotto i coglioni.
Marche


E' megljo un mortu 'n casa che un marchigjamu de retro la porta.
E' meglio un morto in casa che un marchigiano dietro la porta.(Così si diceva perché i marchigiani erano fidatissimi esattori papalini.In altre parole,come si direbbe oggi,erano degli autentici rompicoglioni.)
Marche


Farrà la fine de la vella de Rascija che tutti la vogljeno e gnisiunu se la piglja.
Farà la fine della bella di Rasiglia che tutti la vogliono e che nessuno se la piglia. (Rasiglia è una fraz. nel comune di Foligno a 10 Km. da Cesi).
Marche


Preti spretati e politici ricicli non furono mai voni.
Preti spretati e politici riciclati non furono mai buoni.
Marche


Pioe! Un cargju 'nculu a chi porta le nove.
Piove! Un calcio in culo a chi porta le nuove.(Un tempo quando arrivavano le nuove, quasi sicuramente, erano cattive e quindi s'imprecava sul messaggero.)
Marche


Desse lu gorbacchiotto 'ntrappolatu, quarghe vorda chi va pe fregà 'rmane fregatu.
Disse il volpacchiotto intrappolato, qualche volta chi va per fregare rimane fregato.
Marche


Né de Venere nè de Marte non se dà principiu all'arte, non se spusa e non se parte!
Nè di venerdì nè di martedì non s'iniziano i lavori, non ci si sposa e non si parte!(Per i superstiziosi)
Marche


Chi vence e pui cer'fa è la vorda che va a pagà!
Chi vince e poi dà la rivincita è la volta che perde.
Marche


Scherza co li fanti e lascia sta li Santi!
Scherza con i fanti e lascia stare i Santi.(E' sempre bene scherzare solo con le persone lasciando da parte le cose sacre.)
Marche


Voglja de faticà sardeme addossu e tutti vizi non m'abbandonate!
Voglia di lavorare saltami addosso e tutti vizi non mi abbandonate!
Marche


PRECEDENTI PROSSIMI

dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti