Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



I proverbi della regione Abruzzo
Trovati 296 - Visualizzati 10 (da 111 a 120)
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30 

Ricerche avanzate

Ha arrivat lu' capestazione d'Alann.
E' arrivato il capostazione di Alanno. Il detto risale a molti hanni fa' credo piu' di 70/80 anni ed e'oggi ancora usato. Infatti mio nonno mi deceva che si usava gia' quando lui era un ragazzino.Con esso si vuole indicare una persona che sa dice e fa' tutto da solo.Probabilmente in Alanno un paesino nella provincia di Pescara, ad inizio secolo ci doveva essere un ferroviere che da solo riusciva a gestire la stazione o meglio la fermata e la partenza dei pochissimi treni che vi transitavano in paese, perlomeno cosi' mi e' stato sempre detto.
Abruzzo


Quill, n'ze spar pe' la provele.
Quelle "persone" non si sparano per la polvere. Il detto sta' indicare che due persone non si sparano soltanto perche' non hanno la polvere da sparo.
Abruzzo


Na mazz m'pise a natra mazz, tir a te e coje a me.
Una mazza appesa ad un'altra mazza, la tiro a te e colpisco me. Il proverbio era usato soprattutto dai contadini in fase di raccolta dei ceci.Infatti esso veniva citato in maniera scherzosa per indicare l'errore nel colpire se stessi mentre bettevano con questo arnese le piante estirpate ed essiccate dei ceci.L'operazione della battitura serviva per far cadere i ceci dalla pianta secca.Comunque il proverbio lo associavano anche ad azioni che non andando a buon fine si riperquotevano sulla persona stessa.
Abruzzo


La code je' sembre lu chiu' brutt a scurtica'.
La coda e' sempre la piu' brutta da scorticare.Il detto si riferisce a qualunque cosa od iniziativa intrapresa che all'inizio si affronta con voglia e vigore, ma man mano che si arriva verso la fine si fa sempre piu' dura e faticosa.
Abruzzo


Lu' suldate se sta' da sole je' capurale,se sta' in duu' je' militare, se sta' in tre' je' maiale.
Il soldato se sta' da solo e' caporale, se sta' in due e' militare,se sta in tre e' maiale. Il proverbio risalente ad inizio secolo stava ad indicare il fatto che le persone quando escono da sole hanno un comportamento retto e corretto, proprio come un caporale che nella truppa deve dare l'esempio di comportamento. Se invece escono in due, allora si comincia ad avere un comportamento un po' piu' trasandato e meno retto,proprio come un militare di truppa, se invece ci si trova ad uscire in tre allora ci si puo' comportare da veri maleducati
Abruzzo


La cunfdenz je' la mamm' de' la mala crejanz.
La confidenza e'la mamma della malacreanza (malacreanza in questo caso e' inteso come scostumatezza, maleducazione).
Abruzzo


N'cumpagnije ci pije la mogjie lu' frate.
In compagnia prende moglie il frate.
Abruzzo


Lu' cavall che corr di cuntinue, prim o po' si' sferr.
Il cavallo che corre di continuo, prima o poi si sferra(perde il ferro che ha agli zoccoli).Frase che sta ad indicare che se anche si vuol procedere sempre senza fermarsi mai, prima o poi accadra' qualcosa che comunque ci rallentera'.
Abruzzo


N'ghe lu' temb, cazz e question, tutt quind mostr quell che je'.
Con il tempo, cazzi(inteso come modi di fare) e questioni(inteso come fatti),tutti quanti mostrano quello che sono.
Abruzzo


La femmene je' gne lu' vin,se l' sursigge ti dissete, se le trachenn t'mbriach.
La femmina è come il vino, se lo sorseggi ti disseta, se lo tracanni ti ubriaca.
Abruzzo


PRECEDENTI PROSSIMI

dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti