Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



I proverbi della regione Abruzzo
Trovati 296 - Visualizzati 10 (da 61 a 70)
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30 

Ricerche avanzate

Fà quell ca prev't dic, no quell ca prev't fè.
Fa ciò che dice il prete, non quello che il prete fa.
Abruzzo


Fa bben e scuord't, fa mèl e pienz'c.
Fai del bene e scordalo, fai del male e pensaci.
Abruzzo


'Na mamm camb cend fij, cend fij ni camb 'na mamm.
Una madre può crescere cento figli, cento figli non possono crescere una madre.
Abruzzo


Vit' mandiè sctà cann e cann mandiè sctà vit...
Vite mantieni questa canna e canna mantieni questa vite. Come dire "tienimi che ti tengo".
Abruzzo


Duorm Andò, ca fè li tuon...
Dormi Antonio, che tuona. Detto per indicare persone non propriamente "sveglie".
Abruzzo


Sand Rocc a lu Casctell, aripripèr la carvunell; Sand Rocc a li pindun, quand zi n'arvè sctì rombacuiun?
Traduzione letteraria: San Rocco al Castello, prepara il braciere; San Rocco per i vicoli, quando vanno via i rompicatole? Proverbio usato nel paese di Ortona (Chieti)a fine estate quando si celebra San Rocco. Questa festa coincide con la fine della bella stagione e preannuncia l'inverno, invitando i paesani a preparare il fuoco per riscaldarsi. Si fa riferimento in seguito ai turisti, ritenuti, ironicamente, "rompiscatole" che stanno per concludere la loro villeggiatura nel bel posto di mare.
Abruzzo


Senza sold, n'zi cand la mess.
Senza soldi, non si canta messa (nel senso che senza soldi non si può far nulla).
Abruzzo


Scirocc: prim fer e dop scrocc.
Vento di scirocco: prima soffia, dopo travolge.
Abruzzo


Omm'n pilos e femmena pittacchiuta, pure li prete di la vie li saluta.
Uomo peloso e donna formosa, anche le pietre della strada li salutano.
Abruzzo


Nen fà come Francùcce, che jèva a ttajjà le fìne quanne tireva ju vènte.
Non fare come Francuccio, che andava a falciare il fieno quando tirava vento.
Abruzzo


PRECEDENTI PROSSIMI

dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti