Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



I proverbi della regione Lazio
Trovati 258 - Visualizzati 10 (da 11 a 20)
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26 

Ricerche avanzate

Daje e daje pure li piccioni se fanno quaie.
Prova e riprova anche i piccioni possono diventare quaglie.
Lazio


A maggio raglieno gl'aseni.
A Maggio si sentono anche gli asini. E' per dire che ad un certo punto si risvegliano in tanti. (Priverno, Latina, ma è diffuso anche in altri paesi del basso Lazio).
Lazio


Ine so sempre chìglio che và a pulizzà tutte le cìmminére.
Io son sempre quello che va a pulire tutte le canne fumarie. Lo dice uno che viene sempre chiamato in causa x risolvere le situazioni più intricate.(Santi Cosma e Damiano, Latina)
Lazio


A vàco a vàco se venci glió pignàto.
A chicco a chicco si riempre la pignatta (Santi Cosma e Damiano, Latina. La pignatta è un contenitore di coccio).
Lazio


Glio cano mózzeca sempe aglio stracciàto.
Il cane morde sempre allo straccione. Si dice per dire che i guai vanno sempre dove già ci sono (Santi Cosma e Damiano, Latina).
Lazio


Rocco fatìa e spizzolato bbéve
Uno lavora e l'altro se ne gode senza far niente(Santi Cosma e Damiano,LT)
Lazio


Cciù tremiénti e cciù fesso diviénti!
Più rimani a guardare e più fesso diventi (Santi Cosma e Damiano, Latina)
Lazio


Chìglio fà l'arte de Michelasso: prànza, bbéve e và a spasso...
Lui fa l'arte de Michelasso: mangiare ,bere, e andare spasso. si dice ad un fannullone che si fa campare dagli altri (Santi Cosma e Damiano, Latina)
Lazio


La mamma pé glió figlio gli lassa glió morzìglio, glió figlio pé la mamma se lo ména 'nganna.
La madre dà tutto quello che può a suo figlio, ma il figlio preferisce pensare a sé piuttosto che ricambiare sua madre. (Santi Cosma e Damiano,Latina)
Lazio


Mmìèzo alla tórema cì stà sèmpe la pecora zoppa.
In mezzo ad un gruppo di persone ce n'è sempre una negativa. (Santi Cosma e Damiano,Latina)
Lazio


PRECEDENTI PROSSIMI

dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti