Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica

Le poesie della regione Basilicata
Trovati 76 - Visualizzati 10 (da 11 a 20)

Ricerche avanzate

dDo curtietto
Tra gli oggetti appartenuti a mio padre contadino c'è un coltello posato sulla mia scrivania. Quanti ricordi! (da GENTE LUCANA)
Inviato da: Giuseppe De Vita


'nNo frate
L'autore si propone di analizzare il legame tra fratelli: cosa è un fratello! (da GENTE LUCANA)
Inviato da: Giuseppe De Vita


CIAMARUCHIDD
Inviato da: Donato Muscillo


Lo presebbio
Il Natale è appena passato. Il freddo pungente, la neve, la nebbia lo fanno sentire ancora vivo. Il Presepe è la autentica celebrazione del Natale.
Inviato da: Giuseppe De Vita


Aria re Natale
Quando il Natale nelle comunità rurali aveva un sapore antico, fatto di calore umano intorno al camino. I sapori degli struffoli col miele di castagno improfumavano la casa. Auguri a tutti di Dialettando.
Inviato da: Giuseppe De Vita


Chi sa chi so
Spesso ci interroghiamo su cosa veramente è ognuno di noi. Ho analizzato tratti della mia vita ed ho concluso che solo chi ci ama davvero sa chi siamo.
Inviato da: Giuseppe De Vita


Le fère re 'nna vota
Le fiere erano dei mercati speciali dove vigeva il baratto nelle società rurali ormai archiviate per sempre e che la crisi economica potrà riportare alla ribalta.
Inviato da: Giuseppe De Vita


'Ndunièlla
L'esuberanza della gioventù e l'attrazione che portano, inevitabilmente, all'estraniarsi dalla realtà.
Inviato da: Giuseppe De Vita


L'Ascenzione
Per tanti anni nelle società rurali del Cilento la festa dell'Ascensione aveva il colore bianco del latte. Era la festa in cui i massari ti regalavano un mestolo di latte.
Inviato da: Giuseppe De Vita


La notte re vierno
Nelle antiche case di montagna, senza riscaldamento, era un'avventura andarsi ad infilare tra le lenzuola ghiacce. L'avvertivi come un miracolo svegliari ancora vivo, al mattino.
Inviato da: Giusepe De Vita


PRECEDENTI PROSSIMI

dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti