Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Calabria
Pe' fari a paci basta na bandera?
Sonetti n. 23 e 24 appartenenti alla raccolta: "Quandu torna u Signuri supa a terra!" del poeta Giovanni Di Landro; riflessione sul modo di intendere la pace di alcune persone.

Dialetto: Calabria

Pe' fari a paci basta na bandera?
XXIII
Pe' fari a paci basta na bandera,
arcobalenu, cu tutti i culuri?
E strati strati mu facìmu a fera
e mu gridamu paci a tutti l'uri?

A paci è na passioni assai sincera,
chi ndi richiedi carità e amuri;
è inutili u marciamu s'on è vera
a volontà u cacciamu ogni doluri.

E si volìti a paci, cuminciati
su ogni cosa precisu a ragiunari,
senza u jati gridandu strati strati,

e finìtila puru i jestimari;
da' genti ch'on vi piaci non sparrati,
sinnò diventa inutili marciari.

XXIV
Sulu marciandu 'on si risolvi nenti,
cui voli voli si menti a marciari,
ponnu marciari puru i delinquenti,
gridandu paci tantu pe' ingannari;

ca marcia 'mpari sulu u sputti i genti,
forsi a l'atti nci piaci guerreggiari?
Eu pensu inveci ch'esti prepotenti
diri ca l'atti non sannu pensari.

Sbagliammi tutta chista impostazioni,
sbagliammi a strata, 'on è chista a ragiuni,
"Porta a bandera a manifestazioni!",

e regalamu sordi a sti cazzuni:
"Signuri chissi 'on ennu cosi boni,
ndai u scindi ccà e u maniji nu vastuni".

  Traduzione in italiano

Per fare la pace basta una bandiera?
XXIII
Per fare la pace basta una bandiera,
arcobaleno, con tutti i colori?
E andare per le strade a fare baldoria
e gridare pace ogni momento?

La pace è un valore molto importante,
che ci richiede carità e amore;
è inutile marciare se non è vera
la volontà di eliminare ogni sofferenza.

E se volete la pace, iniziate
a ragionare in modo preciso su ogni cosa,
non c'è bisogno che facciate baldoria per le strade,

e smettetela pure di bestemmiare;
non sparlate della gente che vi sta antipatica,
altrimenti diventa inutile marciare.

XXIV
Solo marciando non si risolve nulla,
si può mettere a marciare chiunque,
possono marciare anche i delinquenti,
gridando pace tanto per ingannare;

con la marcia puoi dare solo fastidio alle altre persone,
e forse agli altri piace fare la guerra?
Io penso invece che è da prepotenti
dire che gli altri non sanno pensare.

Abbiamo sbagliato tutta questa impostazione,
abbiamo sbagliato, non è questa la direzione giusta da seguire,
"Porta la bandiera alla manifestazione!",

e regaliamo soldi a quelli che ne approfittano per venderle:
"Mio Signore questi non sono comportamenti giusti,
devi tornare su questa terra e mettere ordine".



Poesia inviata da: Giovanni Di Landro


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti