Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Calabria
Nu numeru ndi poti giudicari?
Poesia del poeta cauloniese Giovanni Di Landro che riflette su alcuni metodi usati nelle scuole.

Dialetto: Calabria

Nu numeru ndi poti giudicari?
E vogghju u fazzu mò na riflessioni:
A scola è fatta certu pe' 'mparari,
non vogghju pemmu u fazzu discussioni,
però si potarrìamu raggiunari,

non esti certu l'interrogazioni
chi ndavarrìa mu servi a valutari
l'intelligenza ed a preparazioni,
nu numeru ndi poti giudicari?

Oppuru è a vita chi ndi testa tutti!?
A vita non quantifica i persuni
e di numeri a vita si nda futti,

a vita poi è chi faci i distinzioni,
non vaji avanti cui si nda strafutti,
ma cui dimustra serietà e passioni.

  Traduzione in italiano

Un numero ci può giudicare?
E adesso voglio fare una riflessione:
la scuola è fatta certo per imparare,
non voglio fare discussioni,
però se iniziassimo a ragionare,

non può essere certo l'interrogazione
che dovrebbe servire a valutare
l'intelligenza e la preparazione,
un numero ci può giudicare?

Oppure è la vita che ci testa tutti!?
La vita non quantifica le persone
e dei numeri la vita se ne frega,

è la vita che poi fa le dovute distinzioni,
non va avanti chi si dimostra un buono a nulla,
ma chi dimostra serietà e passione.



Poesia inviata da: Giovanni Di Landro


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti