Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Lazio
Canzone alla diversa
Dialetto: Lazio

Canzone alla diversa
Jè sàccio nà canzone alla diversa
e alla diversa la òglio cantà.
So sàota ngòppa a chélla cèrqua:
So ìta a scotélà e carìano péra!
Aggio 'ncontrato glio patrone de chelle nnèspole:
"addo l'hai fàtte ssé bbèlle cérase?"
M'abbiàta nà prèta agli uosso pàzzo:
m'ha fatta scì la sàngua pé glio nàso!
'Utte le cose mèi contrarie vànno:
l'acqua m'assuca e glio sole me nfogni!
Iètto la paglia ammàro e me s'affonna!
Cì iètto lo ciùmmo e roman'aggàlla.
Gli auti fanno gli amore tutto gliàgno,
nà ote che glio faccio jè se fìna glio mugno.

  Traduzione in italiano

Canzone al contrario
Io so una canzone al contrario, e al contrario voglio cantarla.
Sono salita sopra quella quercia:
sono andata a scuoterla e cadevano pere!
Ho incontrato il padrone di quelle nespole: "dove le hai colte queste belle ciliege?"
Mi ha lanciato una pietra al malleolo e mi ha fatto uscire il sangue dal naso!
Tutte le cose mie vanno al contrario: l'acqua mi asciuga e il sole mi bagna.
Butto la paglia a mare e affonda, ci butto il piombo e rimane a galla
Gli altri fanno l'amore per tutto l'anno, una volta che lo faccio io è il finimondo!!
(Santi Cosma e Damiano, Latina. E' un canto popolare)



Poesia inviata da: Carlo Iossa


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti