Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Lombardia
Al gioeuch da la mura
Gioco molto antico, ma ora quasi scomparso, il gioco della morra è sostanzialmente un gioco d'azzardo. In voga fin dall'antichità è ora quasi scomparso, sostituito dal gioco delle carte.

Dialetto: Lombardia

Al gioeuch da la mura
Li régoli da sto gioch d'azzard i è abastansa facili: sa'l giuga an cobbia, i giugadùu i drizza foeu i dii da la maa tutt d'an colp e i ciàma al numar. Al vincc quel ca l'indovina al numer ca'l vegn foeu da la somma de i dii de i duu giugadùu.
An realtà al gioeuch l'è più difficil da quel ca's pènsa: per vincc al basta miga la fortuna, al gh'à voeul anca pruntezza da riflèss e besogna capì la psicologia da l'aversari.
Al gioech l'era giugàa tant dai noss emigrant ca i andava an America e an Francia.


  Traduzione in italiano

Il gioco della morra
Le regole di questo gioco d'azzardo sono abbastanza facili: si gioca in coppia, i giocatori stendono le dita della mano di colpo e chiamano il numero. Vince quello che indovina il numero che esce dalla somma delle dita dei due giocatori.
In realtà però il gioco è più difficile di quello che si pensa: per vincere, non basta la fortuna, ci vuole prontezza di riflessi e bisogna capire la psicologia dell'avversario.
Il gioco era giocato molto dai nostri emigranti che andavano in America e in Francia.



Racconto inviato da: Gigi Zanga


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti