Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Lombardia
Al vèrom al tetàva la vaca
La credenza che le bisce poppano il latte delle mucche è molto diffusa nelle campagne lombarde e non solo! Ne è una testimonianza questo racconto, da me raccolto qualche anno fa. Gli studi degli erpetologi sembrerebbero smentire questa credenza secolare, che però è dura a morire.

Dialetto: Lombardia

Al vèrom al tetàva la vaca
Quando i era su 'n del mont na famiglia de Vila i ava nutàa che la vaca piu giòvana la continuava a calà 'l lacc.
Quest l'era capitàa vers la metà de Luj an di dì più còlcc. Negugn i capiva al perchè quèla vachìna l'era amò fresca, l'ava facc noma da febrée.
Al past de la sira, quandu i molgèva al
lacc l'èra manimàa la metà dal solit.
An da'n prim moment i a pensàa che la bestia l'era malàda: i gh'à cuntàa fina li remugàdi... ma la vachina l'era viscòla!
Alura quèla famiglia i à decidùu ta tignì d'oeucc la vaca. Che surprésa par al pasturèl!
Quandu l'era foeu a pastura,la vaca la sa metèva da fianch a'n muradèl la continuava a pasturà e 'ntant
an grand veromon negro al rivava, al se faseva su a la gamba de la bestia: e giù
che'l tetàva al lacc dal pècc!

  Traduzione in italiano

La biscia tettava la mucca
Quando era all'alpeggio una famiglia di Villa aveva notato che alla mucca più giovane continuava a diminuire il latte.
Questo era capitato verso la metà di luglio, nel momento dei giorni più caldi. Nessuno capiva perché quella giovane mucca, aveva partorito solo a febbraio.
Al momento della mungitura serale il latte era cominque quasi la metà rispetto al solito.
In un primo momento, si pensò che la mucca fosse malata: si contò il numero delle ruminazioni... ma la mucca era vispa.
Allora si decise di tenere d'occhio l'animale. Che sorpresa per il pastorello!
Quando era al pascolo, la mucca si metteva a fianco di un muricciolo e continuava a pascolare e intanto una grossa biscia scura arrivava, si attorcigliava alla gamba della bestia: e giù a poppare il latte dalle mammelle della mucca!



Racconto inviato da: Giacomo


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti