Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Calabria
A ficareddha mulingiana
Allegoria di un innamorato prima invitato e poi respinto.

Dialetto: Calabria

A ficareddha mulingiana
Arsira cu lu lustru di la luna
vitti na' ficaredda mulingiana:
lu cori mi riciva: 'nchiana, 'nchiana,
lu cori mi riciva: sciuppind'una.
Ma quandu mi schianai sulla ficara
ddha supra si schiancau la megghiu rama.
Oh sorti mia chi esti tristi e mara,
ca chiddha chi m'amava ora non m'amama.

  Traduzione in italiano

Il fico nero
Ieri sera al chiaror della luna
ho visto un albero di fichi neri:
il cuore n'invitava a salire
ed a staccare un frutto.
Ma quando fui sopra l'albero
si spezzò il ramo migliore.
Oh sorte mia triste e amara
che la ragazza che mi amava ora non m'ama.



Poesia inviata da: anonimo


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti