Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Sicilia
Lu tempu passa...(3^ lirica)
La terza e d ultima smpre dedicata a Paola

Dialetto: Sicilia

Lu tempu passa...(3^ lirica)
Lu tempu passa, ma la sirata è a stissa
st'omminu sapi ca' a furia ra timpesta'o cori famali.
Riordu l'ultimu me pinzeri e ti pottu sempri cu' mia
pirchì 'nta stu vasuni aju caputu...
La to' 'magini l'aju 'piccicata 'nto cori,
nun ti ricu addiu, ma viemini prestu amuri.
Sentu 'u trenu ca' frisca ca' 'pi pezzu ri mani vecciu
ti porta luntanu, 'da banna 'nti l'eternu.
Ti salutu Nord, Nord unni nascii
oj m'arriordi tristizza e jelu
unnu persi 'a vita lu me primu amuri.

  Traduzione in italiano

E' passato del tempo...(3^ lirica)
E passato del tempo, ma la sera è uguale
quest'uomo sa che l'infuriare di tempesta al cuore porta male.
Ricordo l'ultimo mio pensiero e ti porto per sempre con me
perché in questo bacio ho capito...
La tua immagine ce l'ho cesellata nel cuore
non addio, ma arrivederci amore.
Odo il fischio del treno che per un tozzo di pane raffermo
ti portò lontano nel'oltre con l'eterno.
Addio nord, nord che mi hai dato i natali
oggi mi ricordi tristezza e gelo
dove perse la vita il mio primo amore.



Poesia inviata da: Paolo Campisi


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti