Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Molise
Sciocche a lupegne
Dialetto: Molise

Sciocche a lupegne
Vùcchele de fume
cumme a ventìme ancàleche a mupégne,
ze sburrìtene 'ncopp'i cacciafume
pe mméze di pannélle a mmegliarate
che càlene da 'ncèle a favecégne.
Sciochhe a lupégne!
Pèj de nu cippe sicche,
sughénne 'mponte 'mponte u ciambanélle,
nu quatrale che ttante de llammicche
varde ampalate 'mbétt'a na vetrine:
z'anzénghe na cupéte,nu bberlocche,
i fìcure anfelate a ccocchie a cocchie,
ma moje de 'ngurdinìzie misse a rrime;
e 'rrevellénne l'occhie
angrogne i spalle e,carche de pannélle,
ze zughe arrassegnate u cimbanélle.
Sciocche ancora a lùpegne ndra 'stu munne
stracarche de vulìe:
maracché vvote vide nu purélle
sugarze u doce e nné nu ciambanèlle!

  Traduzione in italiano

Nevica da lupi
Pennacchi di fumo,
appena il vento incalza turbinoso,
si sciolgono sui comignoli
fra le falde di neve a migliaia
che cadono dal cielo,falciandosi. Nevica da lupi.
Peggio di uno stecco, rattrappito,
succhiando la punta di un ghiacciolo,
un ragazzino,tutto mocciosetto,
mira impalato ai piedi di una vetrina:
sì indica un torrone,un brillante cadito,
i fichi untrecciati a coppia a coppia,
una dovizia di leccornia bene esposte;
e stranulando gli occhi,
si stringe le spalle e, carico di neve,
succhia rassegnato il suo ghiacciolo.
Fiocca ancora da lui in questo mondo
stracarico di desideri:
rare volte tu vedi un povero
succhiarsi il dolce invece di un ghiacciolo!



Poesia inviata da: Mario Morrone


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti