Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Corsica
Ochji cari
Dialetto: Corsica

Ochji cari
Ochji cari di u mo figliòlu,
se vo' mi fighjiate pensosi,
discitati i dulori ascosi
ch'avìa cupertu di lenzòlu.

U mo core, cum'un nuciòlu,
si sgròmbula à i venti ghjielosi,
ochji cari di u mo figliòlu,
se vo' mi fighjate pensosi

M'hanu sterpatu vigna è chjiosi
perch'allevu un dolce magliòlu.
Ochji cari di u mo figliòlu,
u mo core hè cum'un bugnòlu
pienu di tanghi velenosi.

  Traduzione in italiano

Occhi cari
Occhi cari del mio figliolo,
se voi mi guardate pensosi,
risvegliate dolori celati
che avevo coperto di lenzuolo

Il mio cuore, come un nocciòlo,
si sgrana ai venti gelosi,
occhi cari del mio figliolu,
se voi mi guardate pensosi

M'hanno estirpato vigna e poderi
perchè allevo un dolce magliolo.
Occhi cari del mio figliolo,
il mio cuore è come un bugliolo
pieno di spine velenose.



Poesia inviata da: Anton Francescu Filippi


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti