Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Puglia
U cane randagge
Il Carabiniere poeta di Bisceglie

Dialetto: Puglia

U cane randagge
Aggère, còrre, se fèrme,
sénde u addaure du arruste,
strènge tra le déinde l'òusse
e fìusce.
Salte u paraite,
se mètte a re sechìure
spòlpe e pigghie u sòunne.
Se resbègghie
sìule e temerìuse,
chiane e spavendòte va
cu sguarde triste
ngèrche de chembagné,
d'aìute,
d'affétte.
Ci nan tène còre
u cacce e u desprézze,
u accarèzze,
ci le dà pane e amòre.

Francesco Palazzo (1920-2000)

  Traduzione in italiano

Il cane randagio
Gira, corre, si ferma,
sente l'odore dell'arrosto,
stringe fra i denti l'osso
e fugge.
Salta il muretto ,(di pietre a secco),
si mette al sicuro
spolpa e s'addormenta.
Si risveglia
solo e timoroso,
lento e spaventato va
con lo sguardo triste
in cerca di compagnia,
d'aiuto,
d'affetto.
Chi non ha cuore
lo scaccia e lo disprezza,
lo accarezza,
chi gli dà pane e amore.



Poesia inviata da: Antonio Palazzo


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti