Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Campania
Sonetto napoletano del Settecento
L'autore è Gennaro Capasso, nato a Grumo Nevano e morto a Napoli il 2 Giugno 1745.

Dialetto: Campania

Sonetto napoletano del Settecento
E' ascio, è coccovaja, è sportiglione
E' sommiero che arraglia o puorco nchiuso:
E' bufalo che vene a lu pascone
o sorece che corre a lu perttoso ?
Che ne dice? Sarrà gatto maimone,
cane arraggiato o serpe ntossecuso.
Piecoro de Foggia o caparrone;
Pe ne sapè la razza io so confuso
E' urzo,è voje, è mulo cauciataro,
basilisco che accide co la vista
o fosse,nsanità, lupo mannaro?
A l'Arca de Noè ,n'è scritto a lista
Vuoje sapè che cos'è ? Mo te lo mparoi
tiralo pe la coda . E' Petrarchista.

  Traduzione in italiano


E' assiuolo, è civetta, è pipistrello
E' somaro che raglia o maiale rinchiuso:
E' bufalo che viene al pasolo
o topo che corre al suo buco?
Che ne dici? Sarà gatto mammone,
cane arrabbiato o serpe velenoso.
Pecora di Foggia o caprone;
Per conoscerne la specie io so confuso
E' orso, è bue o mulo scalcitante
O "basilisco" che uccide con lo sguardo
o fosse non sia mai, lupo mannaro?
Non è iscritto nella lista dell'Arca di Noè
Vuoi sapere che cos'è? ora te lo insegno
Piglialo per la coda. E' Petrarchista. (°)


(°) Letterato rifacentesi alle poesie del Petrarca



Poesia inviata da: Gennaro Santorelli


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti