Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Puglia
Mamminieddu zuccaratu
La presente è una poesia che mio nonno mi ha insegnato quand'ero piccolo in vista delle festività natalizie ed è dedicata al Bambinello Gesù (Mamminieddu). Visto che Gesù nacque in una stalla ed era costretto a dormire in una mangiatoia, nella suddetta poesia lo si invita a venire a riposare nel lettino della cameretta del cuore. E' una antica poesia popolare, radicata nel sentimento cattolico del paese ed alcune sue parole stanno per entrare in disuso. Essendo una poesia di tramandazione orale la cui origine si perde nella notte dei tempi, come autore ho voluto indicare mio nonno, cioè colui che me l'ha insegnata.

Dialetto: Puglia

Mamminieddu zuccaratu
Mamminieddu zuccaratu
uecchi pinti e nnamuratu,
ieni a corchiti a casa mia
ca nci stai nnu litticieddu
n'tra lla cammara ti lu cori mia.

  Traduzione in italiano

BAmbinello zucchertato(dolce)
Bambinello zuccherato
dagli occhi dipinti ed innamorato
vieni a dormire a casa mia
perchè c'è un lettino
nella camera del mio cuore.



Poesia inviata da: Vincenzo Antonio Carriero


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti