Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Umbria
Sarja mejo...de da' 'n fischjo
I Vigili sono tutti bravi,lavorano con impegno, ma alla fine dovrebbero conciliare e lasciare la gente in pace e in allegria, dando un fischio... e chi s'è visto, s'è visto!

Dialetto: Umbria

Sarja mejo...de da' 'n fischjo
De ‘sti témpi li Viggili so’ tutti fòriserie,
er traffico fila dritto,
fintantoché non ghjé se mette chiccósa pe’ traverzo!
Li mejo so’ qujlli de Perugia
ma…se crétono de èsse chisacchì !
e stónno sempre sur chisacché?
Vónno sùpper le salite rampìcànno per ‘insù,
fónno tutte le discese rotolànno per ‘ignjù!
tra l’incroci le cunétte e li vari vicoletti…
se só messi su n’impresa
cor finale a sorpresa!
Qujlli de Assisi Spéllo e Beagne
non sónno mâe se rite o se piagne,
ghjé ce pjono ‘nché le frégne
passóno ‘ncerti momenti brutti…
e non sónno che fàsse pe’ contentà tutti!
Se stónno dècco non pòzzono sta’ dèllo
e allora sarja mejo che non ghjéssero più dùelle!
e sarja mejo pe’ tutti ‘sti Viggili taliani
sincasànnomâe succedesse quarchjccósa
de concilià e lascià ‘sti pòri cristiani
chi bene,chi male e chi pégghjo,de tirà a campà!
E sarja mejo per tutti
che ..’invece de fa’ er muso brutto se mettesséro a cantà ‘nu stornellètto
e ‘gnì po’ ‘gnì tanto da’ un fischjo
e chi s’è visto s’è visto!
Cesira
( -in dialetto umbro ,tratta da " Quando il Vigile ispira la Poesia",poesie canti e prose del sentimento popolare nei dialetti d'Italia -Edito da Polizia Locale di Brugherio)

  Traduzione in italiano

Sarebbe meglio dare un fischio
In questi tempi i Vigili, sono bravi, il traffico scorre senza problemi ,finché non incontra una difficoltà.I migliori sono quelli di Perugia,,ma...credono di essere infallibili,(con un po' di superbia)ma stanno sempre nell'incertezza ( che si fa?).Salgono arrampicandosi su per le salite,e scendono rotolando(ingiù),tra gli incroci e i vari vicoletti ,si avventurano su un'impresa col finale a sorpresa!
Quelli di Assisi ,Spello e Bevagna, non sanno se ridere o se piangere,passano certi momenti brutti,e non sanno cosa fare per accontentare tutti!
Se stanno qui ,non possono andare là e allora sarebbe meglio che non andassero più da nessuna parte!
E sarebbe meglio per tutti nel caso succedesse qualcosa ,di conciliare e lasciare i poveri cristiani,tirare a campare,chi bene ,chi male e chi peggio!
E sarebbe meglio per tutti ,che invece di fare la faccia seria ,si mettessero a cantare e ogni tanto dare una fischiata... e chi s'è visto,s'è visto!



Poesia inviata da: Cesira Nardi


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti