Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Calabria
"Mari 'ndegnu"
-03 maggio 2016- Il mare…lo amo e per tanti motivi ma anche lo odio perché quando è agitato non guarda in faccia nessuno e spesso, contrariamente a quel che si dice, non dà indietro tutto quello che prende.

Dialetto: Calabria

"Mari 'ndegnu"
Spissu pacatu
Ma puru ‘rraggiatu
Stancu poi si ‘ddurmenta
Muvendu l’ unda lenta lenta

Sempri 'ndifferenti
Vid' a tanta genti
Stori cuminciati
'Nnamurati ‘bbandunati

Faci ‘nzunnari
Facili facili ‘nnamurari
Duna sempr' a mangiari
Sutt’ a luci d' i lampari

Vulissi parrari
Tanti stori cuntari
Di tanti e tanti cursari
Ch 'ndegnu fici 'ffundari

  Traduzione in italiano

“Mare indegno”
Spesso pacato
Ma anche arrabbiato
Stanco poi si placa
Muovendo l’onda lentamente

Sempre indifferente
Vede tanta gente
Storie cominciate
Innamorati abbandonati

Fa spesso sognare
Facilmente innamorare
Dà anche sempre da vivere
Sotto la luce delle lampare

Vorrebbe parlare
Tantissime storie raccontare
Di tantissimi corsari
Che indegno ha affondato



Poesia inviata da: Lillo Sergi di Melito P.S.(RC)


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti