Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Sardegna
Au türista
Venite a visitare la mia isola

Dialetto: Sardegna

Au türista
U l'è bellu delungu u mé pàize, ti û se.
Ma de stè ti ghe ti e u me pioxe de ciü.
Me pioxe u tó sguordu cuiùzu, incantàu
davanti ai paesaggi da mé bella uiza.
Te pioxe u só aspettu,
i só carugétti,
e gente curdioli,
dai baróffu i vêgétti.
Te pioxe u só mò,
i só scöggi, u só sé
de 'na lüxe ciü intensa,
te dumandi u perchè.
Te pioxe i culuri,
e só sciùe e só chè,
a só poxe, i silensi,
te dumandi u perchè.
U perchè ghe l'ho mi.
U perchè u l'è tüttu
inta semplicitè.

  Traduzione in italiano

Al turista
È sempre bello il mio paese, lo sai.
Ma d'estate ci sei tu e mi piace di più.
Mi piace il tuo sguardo curioso, incantato
davanti ai paesaggi della mia bella isola.
Ti piace il suo aspetto,
i suoi vicoletti,
la gente cordiale
dai "barüffi" i vecchietti.
Ti piace il suo mare,
i suoi scogli, il suo cielo,
di una luce più intensa,
ti domandi il perchè.
Ti piacciono i colori,
i suoi fiori, le sue case,
la sua pace, i silenzi,
ti domandi il perchè.
Il perchè ce l'ho io.
Il perchè è tutto
nella semplicità.



Poesia inviata da: Margherita Crasto


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti