Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Veneto
'E rughe
Le rughe sono un dono della vita per le donne e non serve coprirle con le creme.

Dialetto: Veneto

'E rughe
'Na crema par dormire,
de giorno el fondo tinta,
cossi, de dì o de note,
te par co' 'a facia finta.

'E rughe che te porti
xé on libro co' 'a to' storia
e prima che so' 'a facia
te 'e scrivi in te 'a memoria.

'E conta de ogni lota,
no' importa trista o bona,
e del mistero grando
che sta ne l'esser dona.

Mistero ai maschi ignoto
pa' i vostri slanci e voli,
ma tanto voaltre alodole
de quanto noaltri poli.

Pa' farte queste rughe
te xé servia 'na vita:
no' sconderle co' 'e creme,
che te sì bea cossita.

  Traduzione in italiano

Le rughe
Una crema quando vai a letto,
di giorno il fondo tinta,
così di giorno o di notte
sembri avere la faccia finta.

Le rughe che porti
sono sono il libro della tua storia,
e prima che scriverle in faccia,
le scrivi nella tua memoria.

Raccontano tutte le tue battaglie,
non importa se giuste o sbagliate,
e del grande mistero che consiste nell'essere donna.

Mistero ignoto a noi maschi
per i tanti vostri slanci e voli:
ma tanto voi sembrate allodole
quanto noi sembriamo polli.

Per avere queste rughe hai avuto
bisogno di una vita intera:
non nasconderle con le creme,
che sei bella così come sei.



Poesia inviata da: Sergio Giovanni Mocellin


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti