Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Lazio
Lu pecoraru
Canto popolare.

Dialetto: Lazio

Lu pecoraru
Lu pecoraru che va alla Maremma,
se crede da esse giudice e notaru.
La coda della pecora è la penna,
la pelle della pecora è la carta,
lu sicchiu dellu latte è o callamaru.
Lu pecoraru piagne quanno fiocca
e ride quanno magna la ricotta.

Bassa Sabina (RI)

  Traduzione in italiano

Il pastore
Il pastore che va in Maremma,
crede di essere giudice e notaio.
La coda della pecora è la penna,
la pelle della pecora è la carta,
il secchio del latte è l'inchiostro.
Il pastore piange quando nevica
e ride quando mangia la ricotta.





Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti