Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Calabria
Propòsiti “sinisrri”
Continuano gli attacchi alla famiglia. Anche la Chiesa sembra stia a guardare! (Sonetto inedito in calabro-reggino)

Dialetto: Calabria

Propòsiti “sinisrri”
L’âtru jòrnu u Cunsìgghiu d’i minisrri
‘pprovau un disignu ‘i leggi ch’è sleali:
si vônnu equiparari, nt”e rreggisrri,
ê leggìttimi i fìgghj naturali.

I sòliti propòsiti “sinisrri”
pi scassari ‘a famìgghia ch’è llegali.
È ccomu s”o Mircatu, nt”e cannisrri
mbrìschiunu pissci, durci e vveggetali!

U rrispettu pi ttutta ‘a figghiolanza
è pprubbrema specìficu d’u Statu.
Cu’ nassci p’un soprusu o srravaganza

non è ggiustu mi veni ‘bbandunatu,
ma depredari cu’ crisscìu an custanza
di matrimòniu è ppèggiu. È nu rreatu!

(31-10-2010)

  Traduzione in italiano

Propositi “sinistri”
L’altro giorno il Consiglio dei ministri
ha approvato un disegno di legge ch’è sleale:
si vogliono equiparare, nei registri,
ai legittimi i fìgli naturali.

I soliti propositi “sinistri”
per distruggere la famiglia ch’è legale.
È come se al Mercato, nei canestri
mischiano pesci, dolci e vegetali!

Il rispetto per tutta la figliolanza
è probblema specifico dello Stato.
Chi nasce per un sopruso o stravaganza

non è giusto che venga abbandonato,
ma depredare chi è cresciuto in costanza
di matrimònio è peggio. È un reato!

(31-10-2010)



Poesia inviata da: MAMUNI


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti