Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Calabria
Giùdici onniputenti
Nel riformare l’Amministrazione della Giustizia, va tenuta presente la volontà popolare. (sonetto inedito in dial. calabro-reggino)

Dialetto: Calabria

Giùdici onniputenti
P”a Costituzzïoni di 'stu Statu
tutti i sintenzi e ll'atti di cundanna
di cumpitenza su’ d'u maggisrratu,
ch’essendu n’omu rrìschia mi si nganna.

P'u Còdici penali l'imputatu
n”o pô tuccari mancu cu na canna:
bbona cundutta, rritu abbrevïatu…
Mùntunu i bbenefici comu panna.

'A tulliranza 'i ll’äutorità,
nu ggiùdici bbonista senza lena
e la sintenza ddifintau na sscena

d'un còmicu tïatru 'i variità.
Si rridduci a mmità di la mità
la cundanna. P'u rreu puru la pena!

(22-10-2010)

  Traduzione in italiano

Giudici onnipotenti
Per la Costituzione di questo Stato
tutte le sentenze e gli atti di condanna
sono di competenza del magistrato,
che essendo un uomo rischia che s’inganna.

Per il Codice penale l'imputato
non puoi toccarlo nemmeno con una canna:
buona condotta, rito abbreviato...
Montano i benefici come panna.

La tolleranza dell'autorità,
un giudice buonista senza lena
e la sentenza diviene una scena

di un comico teatro di varietà.
Si riduce a metà della metà
la condanna. Per il reo pure la pena!

(22-10-2010)



Poesia inviata da: MAMUNI


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti