Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Liguria
“A Barcassa bene armata”
Canzone popolare. Narra della partecipazione di una barcaccia onegliese alla spedizione ordinata nel 1825 da re Carlo Felice contro il Bey di Tripoli. Giunta a noi in un dialetto italianizzato e incompleta. Musicata dal maestro Ernesto Berio, in andante lento, la canzone venne cantata dalle “perasche” (le donne della Borgata “Peri”) in occasione di varie manifestazioni popolari. Tratta da: “Oneglia” di L. Ramella. "La Canzone dei Marinai Onegliesi del 1825"

Dialetto: Liguria

“A Barcassa bene armata”
A barcassa bene armata
Che di notte a rumoreggiava
E nutissie a ne purtava
Del nemico esplorator.

Era l’undici de marsu
U l’ea giurnu de partensa
Pe truvase a la presensa
Di quel Turco ingannator.

Tosto messi i piedi a bordo
cannunei e marinai
Tutti quanti bene armai
semmu prunti a guerreggiar.

A semmu giunti in Barberia
Sensa avé nisciuna disgrassia,
Poi i s’è messa ina burrasca
E a duvemmu abbandonar.

Dopo bèn quaranta giurni
Alla fin siamo tornati:
A semmu sempre preparati
e l’attacco incominciò.

.........

E vui, nòsciu gran munarca
E granduca de Savoia
i sei tuttu cén de gioia
Cén de gloria e de valor.

  Traduzione in italiano

la barca bene armata
La barcaccia bene armata
che di totte rumoreggiava
e notizie portava
del nemico esplorator.

Era l'undici di marzo
era giornata di partenza
per trovarsi alla presenza
di quel Turco ingannator.

messi i piedi a bordo
cannonieri e marinai
tutti quanti bene armati
siamo pronti a guereggiare.

Siamo giunti in Barberia
senza nessuna disgrazia,
poi è arruvata una burrasca
e dovemmo abbandorar.

Dopo ben quaranta giorni
alla fine siamo tornati:
siamo sempre preparati
e l'attacco incominciò.

.......

E Voi nostra gran monarca
e granduca dei Savoia
siete tutto pieno di gioia
e pieno di gloria e di valor.



Poesia inviata da: Sissi


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti