Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Lazio
Er verd'aspetta
Dialetto: Lazio

Er verd'aspetta
Seduta su la soja dei penzieri
stò raccojenno li ricordi neri.
Ripenzanno a li fatti più lontani..
me ritrovo er grugno tra le mani.

Vorei aretrà ner tempo…cambià le cose
ma nun se po’..so’ spine, nun so’ rose.
Così, io so’ costretta a guardà avanti
cercanno de fa er bene a tutti quanti.

Però, a ‘sto mònno, semo proprio troppi
ce stanno tanti bòja, morti intoppi.
Me sento spesso sola e er verd’aspetta
è l’unica compagna che dà retta!

  Traduzione in italiano

La speranza
Pensierosa,
ricordo i brutti momenti della mia vita.
Penso ai fatti accaduti..
e mi ritrovo con il viso tra le mie mani.

Vorrei tornare indietro nel tempo e cambiare quei fatti,
ma non è possibile...sono spine senza rose.
Così sono costretta ad andare avanti
cercando di compiere buone azioni anche per gli altri.

Però questo proposito è difficile, ci sono troppe persone cattive, troppi ostacoli da superare.
Spesso mi sento sola,e la speranza
è l'unica compagna della mia vita.



Poesia inviata da: Paola Durantini


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti