Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Veneto
MASSA PREGHIERE
In Paradiso arrivano troppe preghiere, indirizzate al Padreterno, alla Madonna e a tutti i Santi, tanto che mettono in crisi San Pietro, addetto allo smistamento. Questi si reca pertanto in direzione chiedendo aiuto. Viene quindi deciso che chiunque intenda pregare, deve offrire un soldo per ogni preghiera. Da quel momento le orazioni che salgono in Cielo rappresentano un avvenimento raro.

Dialetto: Veneto

MASSA PREGHIERE
Su int'ea Casa del Pare,
San Piero no'l sa pì
dove sbatar ea testa,
pa' i milioni e milioni
de orassion che ogni dì
riva da ea pia Tera.
L'uficio smistamento
xe senpre intasà,
stracolme 'e casèe
del Paron e so Fiol;
piene quee de 'a Madona
e, co qualche ecession,
pì scarse quee de i Santi;
poche invesse 'e preghiere
a quel Spirito Santo
che no tuti conosse,
par via che pochi sa
de'a so vera identità.

Col mass de ciave in man,
ea bon'anima decide
de andar fin in diression
pa' risolver ea question.
I tre capi i parlota
tra de lori un momentin
e cussi po' i sentenzia,
co na vose soea par tre:
"Da 'a Tera nessun preghe
se no paga almanco un scheo
per ogni Ave, Pater, Gloria,
ché finir deve sta storia:
anca poche ma sentie
sensa lagne e promission
'e xe tanto pì gradìe,
co' in siensio bone assiòn!"

Piero esegue e se calma
in un botto, in un momento
ea burana: in firmamento
pì no riva un mar de ciacoe,
'e preghiere e 'e orassion
i xe eventi d'ecession.

  Traduzione in italiano

TROPPE PREGHIERE
Su nella Casa del Padre,
San Pietro non sa più
dove sbattere la testa,
a causa dei milioni e milioni
di preghiere che ogni giorno
giungono dalla pia Terra.
L'ufficio smistamento
è sempre intasato,
stracolme la caselle
del Padrone e di suo Figlio;
piene quelle della Madonna
e, con qualche eccezione,
più scarse quelle dei Santi;
poche invece le preghiere
a quello Spirito Santo
che non tutti conoscono,
per il fatto che pochi sanno
della sua vera identità.

Con il mazzo di chiavi in mano,
la bonanima dicide
di recarsi in direzione
per risolvere la questione.
I tre capi parlottano
tra di loro un momentino
e così poi sentenziano,
con una voce sola per tre:
"Dalla Terra nessuno preghi
se non paga almeno un soldo
per ogni Ave, Pater, Gloria,
poichè deve finire questa storia:
anche poche ma sentite
senza lamenti e promesse
sono ancor più gradite,
con buone azioni (compiute) in silenzio.

Pietro esegue e si calma
in un attimo, in un momento
la confusione: nel firmamento
non giunge più un mare di chiacchiere,
le preghiere e le orazioni
sono eventi eccezionali.



Poesia inviata da: Attilio Scremin


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti