Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Friuli Venezia Giulia
E vivi s ti vol restar vivente...
Poesia in veneziano del grande poeta scomparso qualche anno orsono.

Dialetto: Friuli Venezia Giulia

E vivi s ti vol restar vivente...
E vivi se ti vol restar vivente,
e va sui prà dei fiori e erbe basa,
e verità precluse a ti ti aceta.
Va, camina, ora, varda farse el mondo
al disegnar coreto o divin modo.
State a la bona indove ride el tuto,
godite el fresco e godite l'arsore.
No credar d'essar solo, tuto vive,
canta e rissona sona e ti ricanta.
Quel che distribuisse el sa le parte.
Da su' sta mura buta tuta l'ua
susà furà sugà scura de ave.




  Traduzione in italiano

E vivi se vuoi restar vivente...
E vivi se vuoi restar vivente,
e vai sui prati dei fiori ed erbe bacia,
e verità a te precluse tu accetta.
Va, cammina, prega, guarda farsi il mondo
al disegnare corretto o divin modo.
Rimani tranquillo dove ride il tutto,
goditi il fresco e goditi l'arsura.
Non credere d'esser solo, tutto vive,
canta e risuona suona e ti ricanta.
Quel che distribuisce sa le parti.
Dall'alto di questo muro butta tutta l'uva
succhiata, rubata, asciugata, scura d'api.




Poesia inviata da: Eugenio Tomiolo


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti