Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Emilia Romagna
E' Landìni
Il trattore sostituisce i buoi nell'aratura dei campi. Il lavoro del contadino si velocizza e diventa meno gravoso, non è alttettanto per i poveracci che tentano di dormire.

Dialetto: Emilia Romagna

E' Landìni
Dòp ch'j'avoiva midéu, andìmi a spighé ti cantìr ancàura pin ad zal pu, ad Loi, t’al quàtri dla matòina, pré frèsch, Ro e Bunì, un parghæ e Manghìn i cminzéva aræ t e’ grép dé Pôzz.
U s sintòiva, ogni tænt, la vàusa d e’ cuntadòin, mò la éra dalòng, l’a n déva fastôidi, e un dè dop ch'l'ælt e' zal e lasséva e' pòst m e’ schéur dla tèra péna arvultaeda.
Pu Ro e Bunì j’è ’ndæ in pensiàun e t e’ su pòst u si è mèss un tratàur.
E’ Landìni é cminzéva tra léun e schéur e l’andéva avænti tôt la nôta: pum....pum.... pum pum pum pum pum...
«S-cia!» e féva e mi ba rugléndsi t e’ lèt per durmòi a la svélta, parchè al trè e mèz e duvòiva stæ sò pèr andæ a lavuræ m e’ fabréch.
Mò u n s’durmôiva, péna t’ciudivi j’ôcc: pum... pum... pum pum pum pum... ch’al s-ciuptædi li t s’infiléva t e’ zarvèl.
St’an la va mèi parchè, t e’ pòst d e’ Landini, u j’è un Catarpiller che é fa snò e’ rumàur d’un càmio: brrrrrrr... t vu mètt sa pum... pum... pum pum pum pum?
Gnénca a zcòrni!

  Traduzione in italiano

Il Landini
Dopo che avevano mietuto, andavamo a “spigare” nei campi ancora pieni di giallo poi, verso le quattro della mattina, per il fresco, Ro e Bunì, un aratro e Giovanni cominciavano ad arare nella collina del Poggio.
Si sentiva, ogni tanto, la voce del contadino, ma era lontana, non dava fastidio, e un giorno dopo l’altro il giallo lasciava il posto allo scuro della terra appena rivoltata.
Poi Ro e Bunì sono andati in pensione e al loro posto ci si è messo un trattore.
Il Landini cominciava al crepuscolo e andava avanti tutta la notte: pum....pum.... pum pum pum pum pum...
«Ostia!» diceva il mio babbo rigirandosi nel letto per dormire alla svelta, perchè alle tre e mezzo doveva alzarsi per andare a lavorare alla fabbrica.
Ma non si dormiva, appena chiudevi gli occhi: pum....pum.... pum pum pum pum pum... quelle schioppettate ti si infilavano nel cervello.
Quest’anno va meglio perchè,al posto del Landini, c’è un Caterpiller che fa solo il rumore di un camion: brrrrr... vuoi mettere con pum... pum... pum pum pum?
Neanche a parlarne!



Racconto inviato da: Rino Salvi


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti