Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Basilicata
Sapuri cilentani
Ogni terra ha i suoi sapori che la contraddistinguono. Oggetti, immagini, suoni dalla civiltà contadina di una terra lucana: il Cilento.

Dialetto: Basilicata

Sapuri cilentani
Ièrmiti e salici inta sse bigne
tròccani e bòcole ppe sse suppègne

pirètti e mòmmole a lo vottàro
melèdde e piènnici fino a frevàro

cerasa e nespole a branca 'mmoccàte
castagn'e fico 'mbornate e 'mpaccàte

patàn'e bruòcculi scuppitiàti
fusìdd'e làane cco raù re grastato

'nno tuòzzo re caso spunto re quaglio
frisìddi sponzàti a l'acquasale

povere cose ma tant'allerìa
e s'era pront a repeglià la via,
mò se corre, nun tieni mai tiempo
e non t'abbasta
né Troia né quanto mena viento.

  Traduzione in italiano

Sapori cilentani
Manipoli e salici nelle vigne
tronchi e culle nelle soffitte

damigiane e brocche al bottaio
mele e uva secca fino a febbraio

ciliege e nespole in bocca a manciate
castagne e fico infornate e farcite

patate e broccoli saltati
fusilli e lagane col ragù di castrato

un tozzo di cacio spunto di caglio
biscotti spugnati all'acquasale

povere cose ma tanta allegria
e s'era pronti a riprendere la via,
ora si corre, non si ha mai tempo
e non ti basta
né Troia né quanto butta la sorte.



Poesia inviata da: Giuseppe De Vita


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti