Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Basilicata
dDe mmano
Quali sensazioni possono provocare le mani del padre contadino nel figlio diventato, con sacrifici, professionista? Quelle mani sono sculture che parlano. Continuano a parlare anche quando ti mancano. Che musicalità, il dialetto!

Dialetto: Basilicata

dDe mmano
Acciarombolute
nèore re fatìa
singhiàte come 'nna scorza
r'àozano.

Si 'mme stringìano
mme ricìano
tutto quanto
'ng'era scritto
inta dd'uocchi ruci.

Parlavi
cco 'nna strenta re mano.
T'appauràvi
ca le parole putìano volà.

Mme porto 'ncuòddo
ddi silienzi tuoi.
Mme mancano dde mmano
re patrimo.

  Traduzione in italiano

Quelle mani
Nodose
nere di fatica
segnate come una scorza
d'acero.

Se mi stringevano
mi dicevano
tutto quanto
c'era scritto
in quegli occhi teneri.

Parlavi
con una stretta di mano.
Avevi paura
che le parole potevano volare.

Mi porto addosso
quei tuoi silenzi.
Mi mancano quelle mani
di mio padre.



Poesia inviata da: Giuseppe De Vita


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti