Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com
Login
Username: Password:
Se non ti sei ancora registrato e vuoi collaborare con dialettando.com
Registrati ora...




 

 

GLI ARTICOLI DI DIALETTANDO.COM:

PALLISTA
Viaggio "dentro" il Dialetto Napoletano & Dintorni.

Ci troviamo difronte, questa volta,ad una parola relativamente nuova (anni ’50 del XX sec.) che nel suo precipuo significato di bugiardo matricolato, sta per dispensatore di fandonie e sciocchezze così tanto improbabili da non esser quasi mai accettate per vere; è pallista chi, per suo intimo costume, è solito dispensare continuamente e senza remore balle (Dal fr. ant. balle, che è dal francone balla =palla id est la bugia còlta quale contenitore di vuota, evanescente aria…) e, facendolo reiteratamente e con forza, si propone di spinger quanto più lontano possibile détte balle, bugie, fandonie o sciocchezze che siano.
Essendo praticamente impossibile stabilire chi e quando abbia usato per primo il termine pallista, mi accontenterò di ricordare che nel parlato napoletano – prima dell’ingresso del suddetto termine - si usò, nei medesimi significati una parola mutuata dall’ambito laziale: pallunaro (etimologicamente forgiata su: pallone(qui inteso quale sesquipedale bugia, fatta di evanescente aria)addizionato del suffisso di pertinenza ario>aro); quando poi entrò, nel comune parlare napoletano, il termine pallista, si abbandonò l’uso di pallunaro quale dispensatore di fandonie e lo si manténne per indicare il venditore ambulante di palloncini detti in napoletano ‘e volante (atteso che, gonfiati con elio o altri gas, i palloni si librano verso l’alto quasi volando).
Quanto all’etimologia di pallista (pur essendo la parola relativamente moderna) penso che tenendo presente il fatto che il pallista si perita di spinger quanto più lontano possibile le sue bugie, fandonie etc., il termine pallista possa risalire alla parola latina ballista(m) che fu propriamente una macchina guerresca usata per lanciare lontano pietre e/o altri proiettili.


Raffaele Bracale - Napoli


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti