Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com
Login
Username: Password:
Se non ti sei ancora registrato e vuoi collaborare con dialettando.com
Registrati ora...




 

 

GLI ARTICOLI DI DIALETTANDO.COM:

Dialetti al Microscopio
Viaggio nei segreti delle "Altre Lingue": PIEMONTE, Strutture fondamentali del dialetto di Serravalle Scrivia (Alessandria)- Sesta Parte

di Roberto Allegri

 

 

IL VERBO

(parte prima)

La coniugazione poggia su tre elementi: il soggetto, il preverbo e le desinenze personali secondo i vari modi e tempi.

Soggetto può essere un nome o un pronome ed in quest'ultimo caso esso può anche mancare, visto che il preverbo e la desinenza sono sufficienti per evitare equivoci circa chi compie l'azione.

Il preverbo è una particella che serve a coordinare il soggetto con il verbo e, poiché ad ogni pronome corrisponde un preverbo, qui ne viene dato l'elenco:

in italiano

Io

Tu

Egli

Ella

Noi

Voi

Essi, esse

Pronome dialettale

mi

ti

le

le

nui, nüòtri

vui, vuiòtri

lu

Preverbo

a

ti

u

a

a

i

i

Così:

io prendo: mi a pìu

tu corri: ti ti kuri

egli parla: le u pòrla

ella crede: le a kreda

noi sentiamo : a sentimu

voi vorreste: i vresi

essi guardano : i guacia

 

Mentre il pronome può mancare, il preverbo deve essere sempre presente all'indicativo e al congiuntivo.

Così si può dire mi a biasu oppure a biasu per dire "io mastico", ma non si può dire mi biasu.

La coniugazione avviene secondo le persone, i tempi e i modi.

Vi sono tre coniugazioni:

la prima ha l'infinito in ò : biasò (masticare)

la seconda ha l'infinito in e: krede (credere)

la terza ha l'infinito in ì: kurì (correre)

 

Per quanto riguarda modi e tempi in dialetto mancano:

il condizionale, che è sostituito dal congiuntivo passato come in latino.

a katesu 's' libru, s'u fisa a bunpatu (comprerei quel libro se fosse poco caro)

a katesu: comprassi o comprerei

il passato remoto, che è sostituito dal passato prossimo, tempo composto.

iéi a soun 'ndatu a Zena (ieri andai a Genova)

il participio presente, che è sostituito sempre da una proposizione relativa.

e letre k'i furma a parola (le lettere formanti la parola:... che formano...)

 

Le desinenze proprie ai vari modi e tempi sono esposte nella tabella che segue.

Da notare che il pronome di cortesia italiano "Lei" è reso con Vui in dialetto

Vui kos'k'i diz? Lei che cosa dice?

 

PARADIGMI VERBALI (tema - desinenza)

 

Infinito:

 

bias-ò

kred-e

kur-ì

Indicativo presente:

bias-u

bias-i

bias-a

òias-emu

bias-ài

bias-a

 

kred-u

kred-i

kred-a

kred-emu

kred-ài

kred-a

kur-u

kur-i

kur-a

kur-imu

kur-ì

kur-a

Indicativo passato:

bias-òvu

bias-òvi

bias-òva

bias-òrmu

bias-òvi

bias-òva

 

kred-àivu

kred-àivi

kred-àiva

kred-àirmu

kred-àivi

kred-àiva

kur-ivu

kur-ivi

kur-iva

kur-irmu

kur-ivi

kur-iva

Indicativo futuro:

bias-rö

bias-rè

bias-rà

bias-remu

bias-rài

bias-ràn

 

kred-rö

kred-rè

kred-rà

kred-remu

kred-rài

kred-ràn

kur-irö

kur-irè

kur-irà

kur-iremu

kur-irài

kur-iràn

Congiuntivo presente:

come l'indicativo presente

     

Congiuntivo passato:

bias-esu

bias-esi

bias-esa

bias-ezmu

bias-esi

bias-esa

kred-esu

kred-esi

kred-esa

kred-ezmu

kred-esi

kred-esa

kur-isu, kur-iesu

kur-isi,kur-iesi

kur-isa, kur-iesa

kur-izmu, kur-iezmu

kur-isi, kur-iesi

kur-isa, kur-iesa

Imperativo:

bias-a

bias-ài

kred-a

kred-ài

kur-a

kur-ì

Participio:

bias-ò

kred-üu

kur-ìu

Gerundio:

bias-andu

kred-àindu

kur-indu

Note:

Le desinenze emu, imu hanno una variante in ema, ima: bias-ema, kur-ima.

 

Al congiuntivo passato le desinenze delle prime persone hanno una variante in a: benchè l'uso sia promiscuo, la desinenza in u ha prevalente valore di condizionale, quella in a di congiuntivo,

a 'ndesu (andrei) k'a 'ndesa (che andassi)

Le desinenze iesu e successive hanno prevalente valore di condizionale.

a gniesu (verrei) s'a gnisa (se venissi)

Alle forme mancanti dell'imperativo si supplisce con il presente preceduto da ke (ma non alla prima persona plurale).

k'u vaga (vada) mangemu (mangiamo)

Roberto Allegri
(6.continua)

© Copyright by Simonelli Editore srl
Vietato linkare o copiare senza autorizzazione scritta
Any link it is forbidden without a written permission.





dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti