Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com
Login
Username: Password:
Se non ti sei ancora registrato e vuoi collaborare con dialettando.com
Registrati ora...




 

 

GLI ARTICOLI DI DIALETTANDO.COM:

Dialetti al Microscopio
Viaggio nei segreti delle "Altre Lingue": PIEMONTE, Strutture fondamentali del dialetto di Serravalle Scrivia (Alessandria)- Quinta Parte

di Roberto Allegri

 

I NUMERALI

 

 

I primi tre cardinali hanno due forme secondo il genere del nome che segue:

1 öin (masch.), öina (femm.) se il numero è usato da solo; in (masch.), ina (femm.) se segue il nome ossia se sono articoli indeterminativi.

2 dui (masch.), due (femm.); 3 trai (masch.), tre (fem.)

es.: trai omi, tre done

Gli altri sono: 4 kuatru , 5 séinkue, 6 sei , 7 sete, 8 ötu , 9 növe, 10 deze , 11 önze, 12 duse , l3 treze, 14 kuatorze , 15 keinze, 16 seze , 17 disete, 18 dizdötu, 19 diznöve, 20 véinti, 30 trainta , 40 kuaranta, 50 sinkuanta , 60 sesanta, 70 setanta , 80 utanta, 90 nuvanta, 100 sàintu, 200 dnzàintu, 300 trezàintu, 400 kuatrusàintu, ecc. 1000 mile, 2000 duemila , 3000 tremila, 4000 kuatrumila , ecc.

La combinazione di decine ed unita (come in 24, 36, ecc.) può provocare mutamenti fonetici a causa della spostamento dell'accento.

21 e vintöin 28 vintötu, ma véintikuatru, véintisei, ecc. 31 è trentöin, ma tráintadui, tráintakuatru, ecc.

La finale a dal 40 in poi puo diventare e in composizione.

46 e kuarantesei o kuarantasei .

 

Gli ordinali sono usati pochissimo e comunque non oltre il dieci:

1 primu, 2 sekondu , sgondu, 3 tersu , 4' kuòrtu, 5 kuéintu, 6 sestu , 7 sétimu,

8 utòvu, 9 nónu , 10 décimu

 

Le ORE fino a tre si esprimono col numero seguito da "botu" (rintocco), dalle quattro alle dodici col numero seguito sempre da "ue" (ore) e senza 1'articolo che invece compare in italiano.

 

la mezza: mezbotu ; 1'una: in botu le due: dui boti

le cinque: sink'ue (la ei di seinkue diventa i perche 1'accento si sposta sulla parola ue)

le otto: ot'ue verso le sei: versu sei ue

 

La parola "ue" può mancare se sono espresse determinazioni di tempo inferiori all'ora: kuòrtu (quarto), mèzu o mèza (mezzo, mezza) il primo riferito a FACE="Book Antiqua" "botu" FACE="Book Antiqua">, la seconda a "ue", minutu (minuto), spesso sottinteso.

le due e mezzo: dui boti e mèzu

le cinque e un quarto: séinkue e in kuòrtu le sei e mezzo: sei mèza

 

Il verbo rimane prevalentemente al singolare: l'è sei ue (sono le sei). Per esprimere il tempo che manca dalla mezz'ora all'ora successiva si usa 1'espressione u kala (manca, mancano) seguita dal numero.

le otto meno dieci: u kala deze öt'ue

un quarto alle otto: u kala in kuortu a öt'ue

 

"Mezzogiorno" e FACE="Book Antiqua" mezdì; "mezzanotte" mezanöte. Non si usano per le ore i numeri successivi al dodici.

le diciotto: sei ue

Le FACE="Book Antiqua" DATE si esprimono come in italiano, ma la preposizione FACE="Book Antiqua" id deve apparire davanti al nome del mese e 1'articolata FACE="Book Antiqua" 'deè FACE="Book Antiqua"> davanti al numero dell'anno.

il 5 maggio 1985: u 5 'd maze 'deè 1985

Roberto Allegri
(5.continua)

© Copyright by Simonelli Editore srl
Vietato linkare o copiare senza autorizzazione scritta
Any link it is forbidden without a written permission.




dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 - All rights reserved | Contatti