Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Campania
MULIGNANE* A FUNGETIELLO**
*mulignana= melanzana dall’arabo badingian incrociato con mela>melingian donde per metatesi meligniana>mulignana; ** fungetiello= funghetto sost. m.le diminutivo di fungio da un acc.vo lat. fungu(m) il cui plurale fungi ( g palatale) determinò il singolare fungio che con il suff. diminutivo etiello diede fungetiello.

Regione: Campania

Questa ricetta è uno dei modi partenopei di approntare uno squisito contorno con quel saporitissimo ortaggio (la melanzana) che preparato riccamente come vedemmo alibi ( melanzane alla parmigiana) può essere anche un appetitosa prima portata.
Queste melanzane a funghetto sono – come ò detto - da servirsi quale contorno di portate di carni in umido o formaggi freschi.
A Napoli le melanzane a funghetto possono prepararsi in due versioni: a) in bianco, b) macchiate.
Quelle in bianco vengono usate sia come contorno che come principale imbottitura dei peperoni imbottiti (vedi ricetta).

Passiamo alle ricette cominciando dalle
A - mulignane a fungetiello in bianco
Lavare ed asciugare le melanzane, troncarne il picciolo con il calice relativo e (senza sbucciare!) tagliarle in cubi di circa 1,5 cm. di spigolo; sistemare (in piú strati) i cubi in uno scolapasta cospargendo ogni strato con del sale fino: in tutto ne occorreranno circa 2 cucchiai; coprire con un piattino sormontato da un peso di 2 kg ed attendere 30’ affinché le melanzane decantino dell’amaro liquido di vegetazione;al termine sciacquare i cubi sotto un getto di acqua corrente fredda e strizzarli opportunamente, ma delicatamente; mandare a temperatura abbondante olio di semi in un tegame profondo e friggervi, fino a che siano colorite, poco per volta le melanzane; frattanto in un altro ampio tegame versare il mezzo bicchiere d’olio e.v., portarlo a temperatura, sciogliervi dapprima i filetti d’acciughe ed unirvi poi le olive ed i capperi e fare insaporire il tutto; aggiungere i cubi di melanzane fritte e cospargere con tutto il pangrattato; salare parsimoniosamente con il sale grosso, aggiungere due prese di pepe, rimestare cautamente ed unire il trito di prezzemolo; adagiare in un piatto di portata e servire come contorno freddo o tiepido.

B - mulignane a fungetiello macchiate
Lavare ed asciugare le melanzane, troncarne il picciolo con il calice relativo e (senza sbucciare!) tagliarle in cubi di circa 1,5 cm. di spigolo; sistemare (in piú strati) i cubi in uno scolapasta cospargendo ogni strato con del sale fino: in tutto ne occorreranno circa 2 cucchiai; coprire con un piattino sormontato da un peso di 2 kg ed attendere 30’ affinché le melanzane decantino dell’amaro liquido di vegetazione;al termine sciacquare i cubi sotto un getto di acqua corrente fredda e strizzarli opportunamente, ma delicatamente; mandare a temperatura abbondante olio di semi in un tegame profondo e friggervi, fino a che siano colorite, poco per volta le melanzane; frattanto in un altro ampio tegame versate il bicchiere d’olio e.v., fatevi colorire l’aglio schiacciato (che poi eleminerete), aggiungete i pezzi di pomidoro freschi o in iscatola, il basilico spezzettato ed un pizzico di sale fino, ottenendo in circa 15’ un fluido sugo nel quale vanno poi aggiunti le olive ed i capperi tenuti al fuoco per altri 10’ per fare insaporire il tutto; aggiungete i cubi di melanzane fritte e salate parsimoniosamente con il sale grosso, aggiungete due prese di pepe, rimestate cautamente ed adagiate in un piatto di portata e servite come contorno freddo o tiepido.
N.B. Le melanzane a funghetto sposano bene sia con i vini rossi che con i bianchi.

Si tratta di due buonissimi modi di preparare le melanzane; personalmente preferisco quello sub A.



  Ingredienti

Per 6 persone:

A - mulignane a fungetiello in bianco
1,500 kg di melanzane lunghe violette napoletane,
8 – 10 filetti di acciughe sott’olio,
1 etto di olive nere di Gaeta denocciolate,
½ etto di capperini di Pantelleria dissalati e lavati,
½ bicchiere d’olio d’oliva e.v.,
tre cucchiai di pangrattato,
2 cucchiai di sale fino,
sale grosso una presa,
pepe bianco q.s.,
1 ciuffo di prezzemolo lavato, asciugato e tritato finemente,
abbondante olio di semi (per friggere).

B - mulignane a fungetiello macchiate
1,500 kg di melanzane lunghe violette napoletane,
5 etti di pomidoro tipo Roma o Sanmarzano, lavati, sbollentati, pelati e spezzettati; in alternativa una scatola di pomidoro pelati da 5 etti,
1 ciuffo di basilico lavato e spezzettato a mano,
1 spicchio d’aglio mondato e schiacciato,
sale fino q.s. (per il sugo),
1 etto di olive nere di Gaeta denocciolate,
½ etto di capperini di Pantelleria dissalati e lavati,
1 bicchiere d’olio d’oliva e.v.,
2 cucchiai di sale fino,
sale grosso una presa,
pepe bianco q.s.,
abbondante olio di semi (per friggere).



Ricetta inviata da: Raffaele Bracale - Napoli


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti