Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Puglia
Lu Quadru
Le tradizioni popolari sono il succo della vita e ci trasmettono sentimenti e sensazioni che non si dovrebbero dimenticare

Dialetto: Puglia

Lu Quadru
A Carvigni s’usa ancora
Int’a Maggiu, a na cert’ora,
sci pigghia ‘nta ogni casa
Lu quadru di la Mmacolata.

E’ na vecchia devozioni
E’ na vecchia tradizioni
Di lampieri ‘lluminati
E di femmini ‘ntulittati.

Ci lu soli po’ è ppunnutu
E lu cielu è pulizzatu,
Sobb’a totta la cumpagnia
Cala lu mantu di Maria.

Quant’è bellu ‘nta sti seri!
Pi li stadi so preghieri!
E no sienti comi sempri,
iucculi, vuastemi e puru muerti.

‘Nta ogni casa ste na festa,
Ogni famiglia ‘ncantata resta.
E vicinu all’altarettu,
Lampi, fiori e tant’affettu.

  Traduzione in italiano

Il Quadro
A Carovigno s’usa ancora
A Maggio ad una certa ora
Prendere in ogni casa
Il quadro dell’Immacolata

E’ una vecchia devozione
E’ una vecchia tradizione
Di lampioni illuminati
E di ragazze intolettate

Se il sole è poi tramontato
Ed il cielo è pulito
Su tutta la compagnia
Sembra che cali il manto di Maria

Quant’è bello in queste sere,
per le strade son preghiere
e non senti, come sempre
urla, bestemmie ed anche morti

in ogni casa c’è una festa
ogni famiglia in casa resta
e vicino al picolo altare
luci ad olio, fiori e tanto amore.



Poesia inviata da: Pinuccio Carlucci


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti