Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Molise
'U perdone
Dialetto: Molise

'U perdone

Tra l'odio nire che t'acchiapp'u core
e 'a bontà che te sullev'a Ddie
ecch'u perdone,signe de l'amore,
che te procure stim'e simpatie.
Nasce du' core e,pù,retorn'a isse,
ce pasce de 'nu palpete cucente
che é de tenerezze e,spisse spisse,
te fà chiagne de lagrime cuntente.
E' 'na virtù ch'u core t'accarezze,
che dure quante dure tutt'a vite
e che te dà cu' timpe cchiù dulcezze.
Reste ferme pé ddint'a ni cervelle,
pure se da ssu bbene si' tradite;
ma 'u bbene che ce fà nen ce cancelle.

  Traduzione in italiano

Il perdono

Tra l'odio nero che t'acchiappa il cuore
e la bontà che ti solleva a Dio
ecco il perdono,segno dell'amore,
che ti procura stima e simpatia.
Nasce dal cuore e,poi, a lui ritorna,
ci fornisce un palpito cocente
che è di tenerezza e,spesso spesso,
ti fa piangere di lagrime,contento.
E' una virtù che ti accarezza il cuore,
che dura quanto dura una vita
e che nel tempo ti rende più dolce.
Resta fermo dentro il cervello,
pure se sei tradito dal suo bene;
ma il bene che ci fa non si cancella.



Poesia inviata da: Raffaello D'Andrea


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti