Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Piemonte
Campani
Dialetto: Piemonte

Campani
Dialetto di Ara di Grignasco (Novara) Bassa Valsesia

Rüvè ca
la sei dal vendri,
santì sunè i campani
dal me pasis,
an Ara,
che
da 'nciüma al campanil
i cantu "Ave Maria".
Campani
che in sunà
a festa
quant cul dì
che 'n brac
a la mea cova
in purtami batasè.
Campani
ch'in cüntà
i ori
dla mea vita
e seguitaran cüntei
fina cul dì
che lor
ma sunaran i bot.
Campani
che pöi dopu
cun 'n ültima sunà
ma mandaran al Ronch
e, ainò da laggiü
sutta doi metri
ad terra,
cuntinuarö santii
da 'nciüma al campanil
cantè l'Ave Maria
e i lodi dal Signor./

  Traduzione in italiano

Campane



Arrivar a casa
la sera del venerdì
sentir suonar le campane
del mio paese
in Ara
che
dall'alto del campanile
cantano: "Ave Maria"
Campane
che han suonato
a festa
quando quel giorno
che in braccio
a mia madrina
m'han portato a battezzare
Campane
che hanno contato
le ore
della mia vita
e continueranno contarle
fino a quel giorno
che loro
annunceranno la mia morte
Campane
che poi dopo
con un'ultima suonata
mi manderanno al cimitero
e allora da laggiù
sotto due metri di terra
continuerò a sentirle
dall'alto del campanile
cantar l'Ave Maria
e le lodi del Signore.



Poesia inviata da: Giancarlo Baragiotta


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti