Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Corsica
Lettera à Mamma
Lettera di Stefanu Luciani, prigioniero dei tedeschi durante la prima guerra mondiale, a sua madre.

Dialetto: Corsica

Lettera à Mamma
Mamma risponde nun possu
à e vostre dulente chjame

Troppu miseria aghju à dossu
e' mi si rode la fame

So prigiuneru languente
in quella Prussia à punente

Venissi una rundinella
Ch'eu la mandi messaggera

O venga puru una stella
à purtà la mo preghera

Le mo pene lu mo core
versu di voi Mamma d'amore

V'abbraccciu per lu penseru
vi mandu sti versi soli

Dicendu so prigiuneru
chi tuttu què vi cunsoli

Mamma la vostra tristezza
à me dà tanta amarezza

  Traduzione in italiano

Lettera a Mamma
Mamma risponde non posso
alle vostre dolente chiamate

Troppa miseria ho addosso
e mi si rode la fame

Sono prigioniero languente
in quella Prussia a ponente

Venisse una rondinella
Ch'io la mandi messaggera

O venga pure una stella
a portare la mia prighiera

Le mie pene il mio cuore
verso di voi Mamma d'amore

V'abbraccio per il pensiero
Vi mando questi versi soli

Dicendo sono prigioniero
che tutto questo vi consoli

Mamma la vostra tristezza
a me dà tanta amarezza



Poesia inviata da: Stefanu Luciani


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti