Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica

I racconti della regione Lombardia
Trovati 23 - Visualizzati 10 (da 1 a 10)

Ricerche avanzate

Al Scilitru
Scilitro è il cognome di una famiglia del paese di S.in Alta Valtellina.Fino ad una cinquantina di anni fa a S. si parlava di un fantasma, al Scilitro, che si aggirava ad Est dell'abitato di S. "Al" Scilitro sarebbe stato ucciso dai gendarmi in uno scontro a fuoco accidentale.
Inviato da: Augusto Corbelli


Batistì e l'ors
E' una storia realmente accaduta nei pressi del passo dell'Aprica, in Valtellina verso il 1880. Battista Mondini un pastorello che si azzuffa con un orso che sta per attaccare una pecora del suo gregge. E' una lotta impari, ma Battistino l'affronta con decissione e naturalmente ha la peggio e rimane gravemente ferito. Intanto però l'orso a sorpresa se ne va e il gregge è salvo. l'episodio che vede il Mondini protagonista suo malgrado è riportato sulla stampa locale dell'epoca.
Inviato da: Gigi Zanga


Pancrazio Combi - moliinée
Ispirato a personaggi del mio ambiente famigliare. Pancrazio Combi è un mugnaio che vive a Colico (Alto Lario) nella seconda metà dell'ottocento. Famiglia originaria della Valsassina e di madre bergamasca. Il Combi è un personaggio che sembra "uscire" dalle pagine dei grandi romanzieri dell'Ottocento.
Inviato da: Augusto Corbelli


Li péni de Jacumin
Ormai ottantenne Jacumin è sulla baita degli alpeggi coi quattro nipotini e la figlia Menighina. E' un pomeriggio di Luglio degli anni '80 dell'Ottocento: il figlio più giovane di Jacumin StefanLa nutizia arriva improvvisamente all'alpeggio con una triste notizia: è morto Lurens, il papà dei quattro piccoli,secondo fi glio di Jacumin, così i piccoli sono ormai orfani sia di madre che di padre. Il racconto è ambientato in Valtellina sugli alpeggi non lontani dal passo del Mortirolo.
Inviato da: Augusto Corbelli


Ol massamét d'ol preost
Questo racconto in dialetto orobico ibrido, si ispira a un avvenimento realmente accaduto in una frazione del comune di *** in Valtellina, sulla sponda orobica dell'Adda. Secondo quanto racconta la gente l'omicidio sarebbe venuto per motivi passionali:insomma il delitto sarebbe stato premeditato da un uomo geloso perché il parroco riservava troppe attenzioni a sua moglie. Ma la realtà potrebbe essere diversa...
Inviato da: Augusto Corbelli


El Paletta
E' uno dei grandi medici milanesi a cavallo tra '700 e '800. medico e studioso di fama. E' rimasto nell'immaginario popolare per la sua infallibilità diagnostica...
Inviato da: Gigi Zanga


L'Ingegner
Questo racconto è ispirato alla vita dell'ingegner C.R. che ha esercitato buona parte della sua professione in Alta Lombardia. Uomo integerrimo, C.R. compare nel racconto sotto il milanesissimo nome di Ambrogio Colombo
Inviato da: Gigi Zanga


Ai vot-mila
E' una storia ipotetica di un maturo alpinista lombardo, accaduta qualche anno fa ai piedi della vetta del Cho Oyu, la sesta vetta del mondo. All'improvviso l'alpinista è in debito di ossigeno e gli viene una specie di strana sonnolenza. La sua impresa è sul punto di fallire.
Inviato da: Gigi Zanga


Al gioeuch da la mura
Gioco molto antico, ma ora quasi scomparso, il gioco della morra è sostanzialmente un gioco d'azzardo. In voga fin dall'antichità è ora quasi scomparso, sostituito dal gioco delle carte.
Inviato da: Gigi Zanga


L'American
Dedicàa an emigrant de Lumbardia ca l'à facc fortuna an da li Americhi. Mòrt an quaj temp fa.
Inviato da: Giacomo


PROSSIMI

dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti