Proverbi | Poesie | Racconti | Articoli | Dizionario | Ricette | Mobile | BackOffice e Registrazione | Contatti | Home 
PAROLA
IN
Dialettando.com



Le Regioni
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Canton Ticino
Corsica



Lazio
Risvejo de primavera (a Roma)
Una breve dedica a Roma nel periodo di primavera con appunti critici ma un finale estatico.

Dialetto: Lazio

Risvejo de primavera (a Roma)
Risvejo de primavera
c'è na buca 'n più ndo nun c'era
un turista 'n più che sse dispera,
c'è 'n vecchio de meno su la ringhiera,
quarche poraccio de più 'n galera,
tante promesse manco una vera.

Però che ber tramonto
a 'sta Roma fa da criniera,
quante voje 'n più la sera,
e si la strada è 'na gruviera
noi salimo in mongorfiera
e se godemo 'sta città sincera
che quanno er sole dà la bonasera
l'anima te fa sentì leggera.


  Traduzione in italiano

Risveglio di primavera (a Roma)
Risveglio di primavera
c'è una buca in pù dove non c'era,
un turista in più che si dispera,
c'è un vecchio di meno sulla ringhiera,
qualche poveraccio di più in galera,
tante promesse neanche una vera.

Però che bel tramonto
a questa Roma fa da criniera
quante voglie in più la sera,
e se la strada è una gruviera
noi saliamo in molgolfiera
e ci godiamo questa città sincera
che quando il sole tramonta
l'anima ti fa sentire leggera.



Poesia inviata da: paolo di cristofaro


Viaggi, destinazioni turismo e avventura


dialettando.com © 2003-2019 Simonelli Editore Srl - Golem100 Srl - All rights reserved | Contatti